Risk Management

Perché Risk Management? Ogni azienda, grande o piccola che sia, nel corso delle proprie attività è soggetta ad una serie di minacce (RISCHI) che influenzano la sua operatività e, quindi, la capacità di generare valore, fino al punto, in molti casi, di comprometterne la stessa sopravvivenza!

In qualsiasi attività il rischio zero non esiste, perché se un evento negativo ha una minima probabilità di accadere, nulla esclude che potrebbe manifestarsi nella vostra impresa! Eppure, se la consapevolezza che i rischi esistono è presente nella mente dell’imprenditore/manager, essa viene fin troppo spesso, soprattutto nelle piccole imprese, trascurata, perché sottomessa alla frenesia della gestione corrente, o eccessivamente sottostimata perché non chiaramente individuata.

Contratti siglati con grandi aziende, nelle cui pieghe sono nascoste responsabilità che nemmeno immaginiamo, banali procedure di lavoro quotidiano trascurate, organizzazione del processo produttivo obsoleta, procedure di emergenza mai considerate, ecc.: ognuna di queste situazioni nasconde rischi che nel momento in cui si dovessero concretizzare, potrebbero creare un danno talmente elevato, per cui cercare di intervenire…dopo, sarebbe pressoché inutile.

 

Ma cos’è il Risk Management?

Dal punto di vista operativo, è sostanzialmente un processo aziendale volto alla gestione razionale ed integrata dei rischi, mediante attività sistematiche di eliminazione, riduzione, trasferimento e controllo degli stessi.

Da un punto di vista organizzativo, il Risk Management è la funzione/soggetto a cui spetta il compito di coordinare il processo di cui sopra, con l’obiettivo di:

  •  sostituire i costi dei rischi con altri (svantaggi) inferiori ai primi;
  •  supportare il Vertice aziendale nell’ambito della gestione dei rischi e sviluppare la “cultura del rischio”.

 

Perché un consulente in Risk Management?

Spesso il limite, soprattutto per le piccole imprese, pur nella convinzione dell’utilità di controllare i propri rischi in maniera razionale, è rappresentato dal costo eccessivo in relazione alla dimensione aziendale, nel destinare una risorsa interna che abbia le competenze necessarie al Risk Management.

La soluzione ideale però non è certo improvvisarsi o rinunciare a priori!

Union Ass. si propone quindi come consulente esterno di Risk Management, affiancando ed assistendo l’azienda nel percorso di individuazione e gestione dei propri rischi, calibrando il suo intervento in funzione della dimensione e complessità della realtà con cui si confronta. In questo modo l’Azienda può acquisire i vantaggi della costruzione di un proprio processo di Risk Management, riducendo al contempo l’impiego di risorse - umane e finanziarie che una soluzione interna richiederebbe.

La nostra funzione quella di fornire supporto a 360°per migliorare situazioni di criticità presenti in azienda, anche attraverso altri professionisti con i quali ha già collaudate collaborazioni (Studi Legali, ecc.), a cui l’Azienda può rivolgersi per specifiche necessità, o aiutandola ad individuare il giusto interlocutore per l’emergente esigenza.

Se il processo di Risk Management porta benefici a volte immediatamente visibili, spesso i migliori risultati si ottengono nel tempo; ecco perché siamo convinti attraverso questo approccio “moderno” alla gestione dei rischi, che l’azienda possa trovare in Union Ass. un partner “affidabile” con cui condividere il proprio percorso di crescita nell’approccio ai rischi aziendali.

Qualora infine si renda successivamente necessario il trasferimento di alcuni rischi attraverso strumenti assicurativi, attività in questo caso tipica del broker, conferendoci apposito mandato, potremo provvedere a reperire le coperture assicurative necessarie, grazie all’esperienza pluridecennale nel settore e ai rapporti con Compagnie italiane ed estere in grado di fornire soluzioni specifiche per ciascuna tipologia di rischio.

Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più: Privacy Policy

Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser