Intermediario

L'attività dell’intermediatore assicurativo è regolamentata dal Decreto Legislativo 7 Settembre 2005, n. 209 (Codice delle Assicurazioni), in attuazione della Direttiva 2002/92/CE ed è disciplinato dal regolamento Isvap n. 5 del 16 Ottobre 2006, che richiede particolari requisiti professionali per l'iscrizione nell'apposito Registro presso il Ministero delle Attività Produttive.
Non tutti gli intermediari sono uguali: il registro è suddiviso in apposite sezioni, che li distinguono a seconda delle diverse funzioni e caratteristiche degli stessi.
In particolare è tendenza comune confondere “il broker” con “l’agente”, mentre le differenze tra le due figure sono sostanziali:
il “broker” è un consulente esperto nel campo delle assicurazioni, che rappresenta professionalmente il cliente, operando nel suo interesse, di fronte a tutte le Compagnie di Assicurazione, nei confronti delle quali il Regolamento Isvap gli impone di essere libero da ogni legame, differenziandosi sostanzialmente dagli agenti di assicurazione, i quali, al contrario, hanno il mandato di rappresentare di fronte ai clienti una o alcune compagnie e di produrre affari per loro conto e nome.
Al broker viene imposto di stipulare una polizza di assicurazione della responsabilità civile, per negligenze od errori professionali, e di aderire ad un fondo ministeriale di garanzia a tutela dei clienti.

Il broker può operare come sia come intermediario, sia come puro consulente.
Nel primo caso riceve un mandato fiduciario di rappresentanza ed assistenza, eventualmente preceduto da un incarico preliminare o esplorativo, che lo autorizza a compiere tutte le procedure per l’analisi del rischio, dalla sua collocazione sul mercato a tutta la gestione tecnico/amministrativa dei contratti (incasso dei premi, gestione dei sinistri, comunicazione con le Compagnie ecc). La sua opera non comporta alcun costo aggiuntivo per il cliente, in quanto viene remunerata dalle Compagnie di assicurazione presso le quali vengono collocati i contratti, senza alcun aumento del premio di polizza.
Nel caso di incarico di sola consulenza, con esclusione dunque della intermediazione e della gestione delle polizze, al broker compete un compenso a carico del cliente secondo la prassi comune a qualsiasi attività di carattere professionale (avvocati, commercialisti,etc).
Il vantaggio dell’affidarsi al broker sta dunque nel risparmio di risorse aziendali e/o personali derivante dalla completa delega allo stesso di tutte le fasi burocratiche, valutative e di contrattazione volte ad ottenere un buon piano assicurativo, con la garanzia di una analisi approfondita svolta da un professionista del settore in grado di individuare le soluzioni più adeguate ad ogni singolo rischio.

Al cliente rimane sempre e comunque la totale autonomia nella scelta finale delle Compagnie, nonché la sottoscrizione e accettazione dei contratti e delle loro modifiche.

Il responsabile dell'intermediazione

Il dott. Gasperini è nato il 23/07/1975 a Bergamo.
Laureato in Economia e Commercio nel 2001 presso l’Università degli Studio di Bergamo, con tesi “Il Progetto del Parco Scientifico Biotecnologico di Milano”.
Ha conseguito un Master specialistico in Risk Management nel 2016 presso IFAF Scuola di Finanza di Milano.
Sin dal 1996 opera nella compagine societaria di Unione Assicuratori s.r.l., società di famiglia, acquisendo le esperienze necessarie per conseguire l’iscrizione all’Albo broker, che ottiene nel 2004.
Con la trasformazione dell’Albo Broker in RUI nel 2006, assume anche la carica di Responsabile dell’Intermediazione della Società.
Nel frattempo dal 2001 al 2009 opera anche come consulente di controllo di gestione e organizzazione aziendale presso alcune aziende del settore biofarmaceutico. Prima come supporto all’ufficio interno di controllo di gestione, successivamente in qualità di consulente responsabile del controllo di gestione, con funzioni di progettazione di strutture e flussi informativi/procedurali, budgeting e controllo dei costi, gestione rendicontazione finanziamenti pubblici. e rendicontazione analitica, budgeting e business plan. Partecipa attivamente al processo di IPO di una di tali Società, per gli aspetti di controllo di gestione e fornisce apporto fondamentale nella realizzazione e sviluppo del sistema di controllo di gestione e pianificazione di quest’ultima attraverso strumenti informatici (SAP e SAP business intelligence).
Grazie all’esperienza maturata nel settore e alla competenza nel campo assicurativo già accumulata negli anni del Dott. Gasperini, tali aziende si affideranno a Unione Assicuratori anche per la gestione delle complesse problematiche assicurative, che si trovano ad affrontare.
Dal 2009 si dedica completamente all’attività di brokeraggio, con particolare attenzione al mondo del Bio-tech oltre che al settore degli Enti Pubblici di cui Unione Assicuratori s.r.l. è da sempre specializzata.
Conseguenza dal suo percorso formativo e lavorativo è da sempre fautore di una visione “trasversale” dell’approccio alla gestione dei rischi, soprattutto nelle compagini aziendiali, la cui struttura complessa crea spesso inefifcienze. Il suo obiettivo è quello di implementare sempre più il concetto di risk management nel servizio offerto, dunque non solo di brokeraggio puro, anche ricercando in altre figure professionali le giuste competenze e collaborazioni per poter garantire una visione completa ma al tempo stesso puntuale dei vari aspetti di rischio legati alla gestione di un’azienda.

      
Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più: Privacy Policy

Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser